Progetto PALESTINA 1

                                                    Titolo e località Progetto

Sviluppo di un Centro Onco-ematologico nazionale palestinese presso l’ospedale pubblico di Beit Jala, zona di Betlemme nel West Bank-

Sostegno alla qualità, sostenibilità e copertura dei servizi pubblici di Anatomia patologica.

Dati e recapiti del Responsabile del Progetto

Responsabile: Paolo Giovenali      p.giovenali@gmail.com

Enti Partners nel Progetto

Ministero della Salute della Palestina

Provincia di Venezia

Municipalità di Beethlemme

United Nations Developmental Project (UNDP)

Fonti di finanziamento

Provincia di Venezia

Obiettivi del Progetto

Fornire al servizio sanitario palestinese un appoggio per il rafforzamento e la stabilizzazione della diagnostica citologica e istopatologica, necessaria per lo sviluppo di una adeguata qualità assistenziale in ambito oncologico.

Il progetto prevede, come intervento prioritario, di mettere l'ospedale di Beit Jala nella condizione di realizzare autonomamente in sede preparati istologici, immunoistochimici e citologici.

Assicurare la regolare attività istologica e citologica e l’ allestimento di preparati di immunoistochimica al servizio di Anatomia Patologica dell’ospedale di Beit Jala.

Aumentare la capacità professionale del personale medico e tecnico dei due servizi (ospedale di Beit Jala e di Rafidia).

 Migliorare e completare le attrezzature tecnologiche dei due servizi (ospedale di Beit Jala e di Rafidia).

Migliorare l’ utilizzo della diagnostica istologica e citologica nell’ iter assistenziale del paziente oncologico da parte dei clinici (ospedale di Beit Jala e di Rafidia).

Assicurare la continuità del servizio e il costante funzionamento delle attrezzature (ospedale di Beit Jala). 

Descrizione delle attività effettuate nel corso dell’anno di riferimento

 Il progetto è definitivamente completato. Sono stati raggiunti i seguenti risultati:

Sono in servizio 2 patologici, 2 tecnici, 1 segretaria; il personale è adeguato e sufficiente per svolgere le attività richieste.

Il laboratorio è dotato di tutte le attrezzature necessarie. Le attrezzature sono adeguate e moderne.

DE’ presente un immunocoloratore nuovo ed una fornitura di reagenti di base sufficienti almeno per un anno.

E’ presente un microscopio digitale connesso ad internet tramite una linea veloce adsl. E’ possibile quindi la trasmissione a distanza delle immagini microscopiche.

In conclusione il laboratorio è perfettamente funzionante ed è adeguato per le attuali esigenze della diagnostica istocitopatologica dell’ospedale di Beit Jala-

 

Italiano